Spa

Sauna

La temperatura di una sauna varia dagli 80 ai 100°, con circa il 20 per cento di umidità, I benefici vanno dal miglioramento della circolazione sanguigna all’eliminazione delle impurità.
La sauna rilassa la muscolatura e riduce la sensibilità al dolore, risultando efficace nel diminuire ansia e stress quotidiani. Fare la sauna fa bene agli atleti, poichè consente loro di recuperare più rapidamente dopo uno sforzo, accelerando lo smaltimento delle tossine e dell’acido lattico accumulato durante l’allenamento. Calma inoltre il sistema nervoso e migliora la circolazione periferica e con essa l’irrorazione e l’ossigenazione dei muscoli. In caso ad esempio, di traumi muscolari, può essere consigliata perchè libera dalle contratture, rilassa i muscoli e aumenta il metabolismo, il quale rende più rapido lo smaltimento dei cataboliti tossici nei tessuti interessati dal trauma. A dispetto dell’opinione comune, fare la sauna non fa dimagrire. Il peso perduto dopo che ci si sottopone alla sauna è causato dalla perdita di liquidi, i quali sono reintegrati bevendo al termine della seduta. Ogni bagno in sauna comprende due momenti essenziali:
– Riscaldamento e sudorazione del corpo.
2° – Raffreddamento all’aria e all’acqua.
Riscaldamento e sudorazione: si entra nella sauna si prende gradualmente confidenza con la temperatura e ci si accomoda. Si può stare sdraiati oppure seduti, comodamente. Dopo 10-15 minuti si sente veramente caldo ed un impellente bisogno di uscire al fresco.
Raffreddamento: Aspettare qualche minuto seduti, magari all’aperto, e solo in seguito fare una doccia fredda per rinfrescare il corpo.
La fase di raffreddamento termina dopo 10-15 minuti, quando è tempo di ritornare ben asciutti nella sauna.

Bagno Turco

L’origine del Bagno Turco deriva dalla tradizione orientale di fare bagni al vapore avendo come fine la pulizia del corpo e dello spirito.
Gli effetti benefici del vapore erano stati scoperti dagli antichi egizi e in seguito da greci e romani. Quest’ultimi sfruttarono il vapore per creare delle aree comuni destinate al benessere, conosciute come terme. La struttura era suddivisa in quattro parti: vi era una stanza destinata ai bagni in acqua tiepida (tiepidarium), una dedicata ai bagni in acqua calda (calidarium), una finale con aria secca ad alta temperatura (laconium) e infine la piscina con acqua fredda (frigidarium).
Dopo la caduta dell’impero romano, l’uso dei bagni al vapore è stato ripreso dalla tradizione araba. Il termine che venne usato per definirli è hammam, da “hamma” scaldare. L’hammam, diversamente dalle terme romane, è costituito da tre sale che creano un percorso destinato al benessere, partendo da un locale molto caldo, passando per uno tiepido e terminando in un ultimo fresco.
A differenza della sauna dove la temperatura è solitamente compresa fra gli 80°C ed i 100°C, ma il caldo rimane un caldo secco, nel bagno turco le temperature sono comprese tra i 40°C ed i 60°C mentre l’umidità varia dal 90% al 100%.

Idromassaggio

I benefici di un idromassaggio non interessano soltanto il corpo, che appare più disteso, più rilassato e più riposato, ma sono attinenti soprattutto alla sfera mentale e psichica: un idromassaggio fatto bene apporta relax e riposo, ridona l’equilibrio psico-fisico e l’armonia persi durante il giorno.L’idromassaggio, oltre a ridimensionare tutti i problemi di natura estetica, apporta numerosi benefici al nostro corpo, aumentandone la pressione arteriosa e stimolando la circolazione.
L’idromassaggio, oltre a ridimensionare tutti i problemi di natura estetica, apporta numerosi benefici al nostro corpo, aumentandone la pressione arteriosa e stimolando la circolazione.

L’acqua è l’origine di tutte le cose e di tutti i principi: i benefici di un buon massaggio in acqua erano già rinomati in epoca romana, dove le terme spopolavano tra i cittadini come dispensatrici di relax e benessere. Nel XIX secolo le tecniche del massaggio in acqua vengono affinate e si producono i primi prototipi di vasche idromassaggio.
L’idromassaggio sfrutta i principi dell’idroterapia unitamente ai benefici della massoterapia. La pressione dell’acqua favorisce il drenaggio dei liquidi; la temperatura più calda, tra i 37° e i 38°, ha potere decontratturante e stimola la circolazione, mentre quella più fredda produce un effetto tonico e stimolante.

Nei soggetti obesi ed affetti da reumatismi ed artriti, l’idromassaggio è quanto di meglio si può fare per tonificare e distendere i muscoli.L’idromassaggio è un micromassaggio idrico pressurizzato: esso sfrutta la temperatura dell’acqua e i suoi benefici insieme alle bolle d’aria e ad i flussi d’acqua che provocano sul nostro corpo un massaggio energizzante e stimolante. Ciascun idromassaggio si serve di un tubo per aspirare l’aria dall’esterno e immetterla nella vasca, tramite dei fori sui lati e sul fondo: la pressione è regolabile in intensità e direzione, per ottenere gli effetti desiderati su parti mirate del corpo.L’acqua e l’aria fanno aumentare la pressione arteriosa, consentendo l’afflusso di più sangue verso la pelle ed i tessuti, migliorando l’espansione dei vasi sanguigni, nel picco massimo; dopodichè, quando termina l’effetto combinato di pressione e di aria, la pressione arteriosa si abbassa e il nostro organismo ritorna allo stato iniziale.
L’ideale è fare un idromassaggio la sera, o dopo l’attvità fisica dopo lo stress di un’intera giornata: riposiamoci dieci minuti dopo, in assoluto relax, per permettere alla pressione di regolarizzarsi e poi idratiamo la nostra pelle con una buona crema.
La massima efficacia di un idromassaggio si riscontra nelle persone obese o affette da reumatismi e artriti: i tessuti, massaggiati e rigenerati, sono stimolati e i muscoli, insieme ai nervi, vengono rilassati e massaggiati, oltre che distesi.
Pur non avendo grandi controindicazioni, è sempre bene non esagerare con questo tipo di trattamenti: le sedute possono avere durata variabile fino ad un massimo di 20 minuti e mai superare le due o al massimo tre volte alla settimana.
Gli effetti di un idromassaggio sono tutti benefici, non esistono svantaggi:

  • L’idromassaggio riduce lo stress, generando piacere e relax, e combatte alcune forme più visibili di inestetismi, soprattutto la cellulite e l’obesità.
  • La pressione e il circolo dell’aria, combinate con la temperatura dell’acqua, favoriscono il drenaggio dell’acqua e combattono la ritenzione idrica, stimolando le zone del nostre corpo più soggette alla cellulite e agli accumuli adiposi.
  • Sedute frequenti e costanti di idromassaggi porteranno da una sensibile diminuzione del peso e ad uno snellimento dell’intera silhouette.
  • L’idromassaggio migliora la circolazione sanguigna, favorendo l’elasticità dei tessuti e rassodando i muscoli; la pelle, inoltre, appare più levigata, lucida e liscia. La pressione dell’idromassaggio sulla pelle, infatti, stimola la produzione di endorfine, che sollecitano le fibre nervose e donano relax e benessere.
  • L’idromassaggio è ottimo per ridurre la tensione, rilassando nervi e muscoli e donando una sensazione di piacevolezza.
  • Gli effetti benefici di un idromassaggio si riscontrano nella cura e nella prevenzione dei reumatismi, delle artriti e della gotta.
  • Il relax migliora la respirazione e previene l’insonnia, favorendo la circolazione vascolare e regolarizza la pressione.

Percorso Kneipp

Il Percorso Kneipp prende il nome dall’abate tedesco Sebastian Kneipp, il quale conducendo una serie di esperimenti dove si immergeva per pochi secondi nelle acque del Danubio, era riuscito a guarire dalla tubercolosi. Kneipp aveva scoperto che l’alternanza del contatto tra caldo e freddo era in grado di apportare benefici al sistema immunitario e a quello circolatorio.
Oggi i percorsi Kneipp si praticano camminando in speciali vasche con un pavimento di sassi levigati, riempite fino ad altezza ginocchio, oppure fino alle caviglie, all’interno delle quali viene erogata alternativamente acqua a temperatura calda e fredda attraverso getti oppure attraverso il riempimento delle singole vasche. In questo modo si apportano benefici al sistema circolatorio.
I percorsi Kneipp possono essere prefabbricati o costruiti su misura con strutture autoportanti e possibilità di rifinitura a mosaico o piastrella, e possono essere collegati ad un sistema di filtrazione che consente un risparmio dell’acqua utilizzata.